Pensare il Diritto

a cura dell'Unione Giuristi Cattolici Italiani

Religione Archive

mercoledì

28

Agosto 2019

0

COMMENTS

mercoledì

10

Luglio 2019

0

COMMENTS

mercoledì

21

Novembre 2018

0

COMMENTS

La linea sottile tra pluralismo, fondamentalismo, relativismo religioso

Written by , Posted in Jus!, Contributi, Michele Angarano

Pubblichiamo un contributo di Michele Angarano, dell’Unione Giuristi Cattolici di Trani, sul problema del dialogo religioso e della sua accelerazione socioculturale dipendente dai flussi migratori verso l’Italia e verso l’Occidente in genere. Al di là del dibattito tra prospettive assimilazioniste e prospettive multiculturaliste, l’autore richiama l’attenzione su alcuni documenti del Magistero cattolico, conciliari e postconciliari, che presentano un’impostazione del rapporto tra la religione cattolica e gli altri credi sempre meritevole di riflessione. La linea sottile tra pluralismo e fondamentalismo religioso

martedì

6

Novembre 2018

0

COMMENTS

Riflessioni sulla vicenda di Asia Bibi

Written by , Posted in Articoli, Jus!, Contributi, Roselena Regia Corte

Pubblichiamo il denso contributo di un’avvocatessa socia dell’Unione locale di Vasto segnalatoci dall’avv. Raffaella Valori. Come tutti sanno, nell’ottobre del 2018 la condannata a morte per blasfemia Asia Bibi è stata assolta dalla suprema istanza giurisdizionale pakistana e rimessa in libertà dopo nove anni di detenzione in isolamento. Nelle more della richiesta di revisione dell’accusa, e della decisione circa la possibilità di abbandonare il suo Paese, le considerazioni in punto di fatto e di diritto svolte dall’Autrice di questo breve e puntuale contributo hanno lo scopo di avviare una riflessione e se possibile una discussione su uno dei problemi più rilevanti della nostra epoca multiculturale. Riflessioni sulla vicenda di Asia Bibi

domenica

21

Maggio 2017

0

COMMENTS

La Cassazione Penale sul porto di coltelli rituali

Written by , Posted in Documentazione

Pubblichiamo il testo integrale della sentenza con cui la Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione italiana ha negato sussista l’eccezione religiosa per il porto di oggetti atti ad offendere in violazione dell’art. 4 della Legge 110/1975. Al cuore dell’argomentazione che motiva il rigetto del ricorso dell’immigrato indiano di credo sikh vi è l’affermazione – a detta dei giudici supremi condivisa anche dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo che ha sede in Strasburgo – secondo cui “in una società multietnica, la convivenza tra soggetti di etnia diversa richiede necessariamente l’identificazione di un nucleo comune in cui immigrati e società di accoglienza si debbono riconoscere. Se l’integrazione non impone l’abbandono della cultura di origine, in consonanza con la previsione dell’art. 2 […]

giovedì

15

Settembre 2016

0

COMMENTS

Meditazione mattutina di Papa Francesco – Santa Messa in suffragio di Padre Jaques Hamel

Written by , Posted in Magistero, Papa Francesco

Pubblichiamo dal sito della Santa Sede l’Omelia del Romano Pontefice in occasione della Santa Messa in suffragio di Padre Jacques Hamel. Papa Francesco ricorda il sacerdote vittima dell’attentato terroristico del 26 luglio ad opera di due fondamentalisti islamici, ed esprime con forza l’auspicio che tutte le confessioni religiose ripudino la violenza. santa-messa-in-suffragio-di-padre-jacques-hamel-14-settembre-2016-francesco

domenica

15

Novembre 2015

0

COMMENTS

Partecipazione e responsabilità

Written by , Posted in Articoli, Jus!, Contributi

Pubblichiamo l’intervento con cui Francesco D’Agostino ha commentato la “Lettera alla città”, diffusa in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia dal Cardinale Vicario Agostino Vallini e dal Consiglio Pastorale Diocesano e presentata nella Basilica di S. Giovanni in Laterano il 5 novembre 2015. Partecipazione e responsabilita

mercoledì

28

Gennaio 2015

0

COMMENTS

Il giuramento giudiziale: il Caso Petroni tra laicità e crisi di identità

Written by , Posted in Jus!, Contributi, Di Bartolo Massimiliano

Il diritto dunque deve diventare esperienza etica, come ha insegnato l’insigne filosofo Capograssi, se non vuole diventare strumento di potere: ed in questo senso una laicità sanamente intesa può contribuire alla Giustizia, e quindi alla felicità umana, non certo per mezzo della negazione di Dio, ma attraverso la Sua “ricerca” grazie all’utilizzo anche degli strumenti che le sono propri: e cioè della Ragione e della Scienza. Il Giuramento giudiziale