Pensare il Diritto

a cura dell'Unione Giuristi Cattolici Italiani

Legge 40/2004 Archive

sabato

28

Novembre 2015

0

COMMENTS

La Consulta e la selezione embrionale

Written by , Posted in Documentazione

Pubblichiamo dal sito istituzionale della Corte Costituzionale la sentenza n. 229/2015, con cui la Consulta, con ampi rimandi alla precedente decisione pubblicata anche in questo sito in luglio, la 96/2015, autorizza alla selezione embrionale preimpianto nel contesto delle tecniche di fecondazione artificiale extracorporea, ed allo stesso tempo conferma la costituzionalità del divieto di soppressione o manipolazione degli embrioni contenuto nella legge 40/2004, giacché “l’embrione, quale che ne sia il, più o meno ampio, riconoscibile grado di soggettività correlato alla genesi della vita, non è certamente riducibile a mero materiale biologico”. CCost229-2015

venerdì

28

Agosto 2015

0

COMMENTS

Sentenza CEDU sulla tutela degli embrioni crioconservati

Written by , Posted in Documentazione

Pubblichiamo dal sito ufficiale della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo il testo integrale della sentenza emessa il 27 Agosto 2015 sul caso Parrillo vs Italia. Nel verdetto la Corte ha affermato che il divieto di utilizzare embrioni a fini di ricerca scientifica, contenuto nella legge 40/2004, non viola i diritti umani. CASE OF PARRILLO v. ITALY

lunedì

15

Giugno 2015

0

COMMENTS

La Corte Costituzionale ancora sulla PMA

Written by , Posted in Documentazione

Pubblichiamo dal sito ufficiale www.cortecostituzionale.it il testo integrale della sentenza con cui la Corte Costituzionale ha dichiarato l’incostituzionalità del divieto di accesso alle tecniche di fecondazione artificiale alle coppie non sterili ma portatrici di patologie genetiche trasmissibili. L’ulteriore intervento demolitorio della Consulta solleva nuovi e delicatissimi interrogativi non solo per bioeticisti e biogiuristi, giacché viene ora messa in discussione la stessa finalità terapeutica di queste tecniche (peraltro chiaramente indicata come vincolante sia dalla legge 40/2004, sia dal Codice Deontologico dei Medici italiani, quello vigente al momento dell’entrata in vigore della legge, e quello attualmente in vigore). Corte Costituzionale 96 2015