Pensare il Diritto

a cura dell'Unione Giuristi Cattolici Italiani

Diritti fondamentali Archive

lunedì

28

Gennaio 2019

0

COMMENTS

Il Protocollo 16 per il dialogo tra Corti nazionali e CEDU

Written by , Posted in Documentazione

Dal sito istituzionale del Consiglio d’Europa e della Corte Europea dei Diritti Umani, pubblichiamo la versione originale del cosiddetto “Protocollo 16”, firmato dall’Italia al momento dell’accordo ma ancora senza deposito dello strumento di ratifica. Il Protocollo è entrato in vigore lo scorso 1 agosto 2018, il primo giorno del terzo mese successivo al deposito del decimo strumento di ratifica, ad opera dello Stato francese. In sostanza, il Protocollo 16 alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo introduce anche per la  CEDU una sorta di rinvio pregiudiziale simile a quello previsto nel sistema giurisdizionale UE, cosicché le Corti supreme di uno Stato parte della Convenzione Europea potranno sospendere il procedimento interno e chiedere alla Corte di Strasburgo un parere relativo all’interpretazione o applicazione di […]

venerdì

30

Ottobre 2015

0

COMMENTS

Caso Lambert: l’eutanasia non convince i professionisti del diritto e della salute

Written by , Posted in Articoli, Jus!, Contributi

Pubblichiamo, per gentile concessione dell’Autrice, Professoressa di Filosofia del Diritto presso l’Universidad Rey Juan Carlos de Madrid e presso l’Universidad Catolica de Valencia, nonché esperta internazionale di Bioetica e Biogiuridica e componente dell’Observatorio de Bioética dell’Universidad Catolica de Valencia, una riflessione ispirata dal caso Lambert, ben noto alle cronache biogiuridiche francesi ed europee. Dopo l’avallo delle Corti nazionali e della CEDU, è stato sorprendentemente riconosciuto dai giudici interni al medico curante un effettivo spazio di autonomia professionale ed etica, che lascia ben sperare non solo per la sorte del paziente conteso, ma anche per il futuro della biogiuridica di fine vita. Caso Lambert

venerdì

28

Agosto 2015

0

COMMENTS

Sentenza Corte Suprema degli Stati Uniti d’America sul matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Written by , Posted in Documentazione

Pubblichiamo il testo integrale della sentenza con cui la Corte Suprema degli Stati Uniti d’America, con cinque voti favorevoli e quattro contrari, ha dichiarato l’incostituzionalità delle leggi statali che vietano il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Si tratta di un documento di grande rilevanza storica e simbolica, in cui emergono in buona parte gli argomenti favorevoli (nelle ventotto pagine della sentenza) e quelli contrari (nelle settanta pagine delle dissent opinions) al riconoscimento legale delle relazioni omosessuali secondo lo schema giuridico del matrimonio. obergefell-v-hodges-decision

sabato

27

Giugno 2015

0

COMMENTS

La sentenza CEDU sul caso Lambert

Written by , Posted in Documentazione

Ad inizio giugno 2015 la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, con sede a Strasburgo, si è pronunciata sul lacerante caso Lambert, dichiarando con una maggioranza di dodici voti su diciassette (i cinque giudici dissenzienti hanno sottoscritto un parere oppositivo allegato nel testo), che lo Stato Francese non avrebbe violato l’art. 2 della Convenzione Europea del Diritti dell’Uomo in relazione alla protezione del diritto alla vita del paziente. Il caso, e la discutibile sentenza, riaprono un dibattito mai sopito in Italia ed in Europa circa diritti dei pazienti e dei loro rappresentanti, i doveri di cura e di assistenza, la distinzione tra terapie e trattamenti vitali, la protezione piena della fragilità umana, l’indisponibilità della propria vita corporea. Pubblichiamo il testo integrale […]

mercoledì

18

Febbraio 2015

0

COMMENTS

Principio di legalità e interpretazione giuridica

Written by , Posted in Articoli, Jus!, Contributi

“La legge deve garantire l’osservanza di principi etici, ma è essa stessa condizionata, nella sua pratica applicazione, dal livello culturale e morale della classe giudicante; e quindi, in sostanza, dalla stessa società alla quale quelli appartengono. Lo Stato di diritto sarà concretamente realizzato se e nella misura in cui gli interpreti saranno in grado di far valere correttamente quella normativa. Soltanto quando vi sia qualcuno in grado di applicarla correttamente, la società avrà gli strumenti adeguati per svolgere una funzione di garanzia a salvaguardia dei diritti inviolabili della persona. Il rispetto dei diritti umani è fondamentalmente un fatto di costume, nel quale si rispecchia la civiltà di una Nazione”. Principio di legalita e interpretazione giuriudica

mercoledì

8

Ottobre 2014

0

COMMENTS

Diritto all’istruzione e pluralismo scolastico

Written by , Posted in Articoli, Jus!, Contributi

Fra tutti i diritti inviolabili dell’uomo, quello all’istruzione e alla formazione è fra i più intensamente tutelati, in quanto la Costituzione lo configura come diritto immediatamente esigibile ad ottenere certe prestazioni. Il pluralismo ideologico in questo settore è necessariamente basato anche sulla presenza di una scuola non statale. Lo statalismo ne è esattamente l’antitesi, in quanto si traduce in una assoluta uniformità dell’istruzione impartita. Diritto all’istruzione e pluralismo scolastico